India e israele investono sull’acqua fresca e sui medici ciarlatani

Condividi questo articolo

Con buona pace di Roberto Burioni e di Salvo Di Grazia è giunta notizia di un accordo tra India e Israele che hanno firmato un protocollo d’intesa (MoU) per rafforzare la cooperazione e dare impulso alla ricerca nell’omeopatia, un sistema di medicina alternativa.

Il patto è stato firmato tra il Consiglio centrale per la ricerca in omeopatia, Ministero dell’AYUSH e il Centro di medicina complementare integrativa, Shaare Zedek Medical Center, Gerusalemme.

Il protocollo d’intesa prevede la cooperazione nel campo della ricerca in medicina omeopatica. Comprende l’istituzione di un gruppo di lavoro congiunto. Il protocollo d’intesa fa parte dei nove accordi firmati tra i due paesi dopo i colloqui tra il primo ministro Narendra Modi e il suo omologo israeliano Benjamin Netanyahu.

Israele ha in programma di investire $ 68,6 milioni per rafforzare la cooperazione con l’India in una serie di settori per un periodo di quattro anni.

Nel mondo gli investimenti per l’omeopatia aumentano come la crescita di utilizzo tra la popolazione mondiale. L’evidenza che possa rivelarsi una vera alternativa alla medicalizzazione selvaggia a scopo lucrativo pianificato dalle aziende farmaceutiche, è ormai una realtà. Del resto tutti i lavori costo beneficio, fatti su grandi numeri di popolazione, hanno dimostrato che l’efficacia della terapia omeopatica è simile a quella della medicina convenzionale con costi ridotti della metà. Quindi un alternativa economicamente sostenibile soprattutto per i paesi in via di sviluppo.

Cina, Svizzera, India e ora anche Israele hanno capito che questa può essere una alternativa sostenibile per i loro cittadini.

In Italia, culla di una ottima omeopatia, siamo ormai ostaggi di un manipolo di spalleggiatori delle aziende farmaceutiche, presumibilmente non a titolo gratuito, come i vari Burioni, Di Grazia, Garattini, Cicap, Patto trasversale per la scienza & co, che ostinatamente continuano a inondare la piazza di fake news sull’omeopatia consapevoli che prima o poi un’onda li travolgerà.

Sarà l’onda della evidenza scientifica e del buon senso sociale.

Homeopathic pills

Guarire senza effetti collaterali e senza dipendenza da farmaci, essere più resistenti alle patologie. trattare animali e piante senza inquinanti potrebbero essere i futuri traguardi con l’impiego dell’omeopatia.

Condividi questo articolo

Un commento su “India e israele investono sull’acqua fresca e sui medici ciarlatani

  1. Più cultura meno medicina soppressiva…curarsi dolcemente con l omeopatia è il mio augurio anche x noi Italiani..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *