La crescita esponenziale dell’Omeopatia nei prossimi 10 anni

Condividi questo articolo

Se qualcuno si chiedeva i motivi della campagna denigratoria verso l’omeopatia in atto questi ultimi anni la risposta è arrivata dall’ECH lo European Committee for Homeopathy.

Infatti secondo la ricerca della Transparency Market Research, con sede negli Stati Uniti, il crescente interesse per l’omeopatia nei paesi sviluppati ha alimentato la crescita del mercato dei prodotti omeopatici, che dovrebbe raggiungere oltre 17 miliardi di dollari entro il 2024 . Lo stesso mercato è stato valutato per 386 milioni di dollari nel 2015. Un aumento del volume d’affari di 44 volte in 10 anni.

La crescita della domanda di prodotti omeopatici aumenterà significativamente nel corso dei prossimi anni.

Mentre le regioni del Medio Oriente e dell’Africa e dell’Asia-Pacifico sono destinate a produrre la crescita maggiore, rispettivamente a causa dell’aumento del reddito disponibile e della maggiore disponibilità di prodotti online, si prevede che l’Europa rimarrà il più grande mercato per tutto questo periodo. Il rapporto di ricerca sui consumatori del 2015 di Mustard Research ha rilevato che 9 milioni di persone nel Regno Unito usano prodotti omeopatici e il rapporto della TMR suggerisce che non vi è alcun segno che la sua popolarità diminuisca, dal momento che vengono favorite forme più olistiche di trattamento e vengono ricercate alternative credibili alla prescrizione eccessiva.

L’omeopatia offre un trattamento sicuro e delicato per molte condizioni e può affrontare molte delle gravi minacce affrontate dalla popolazione globale. La resistenza antimicrobica (AMR) è una di queste minacce, che viene attribuita all’abuso eccessivo e all’uso improprio degli antibiotici, dove in molti casi l’omeopatia è nota per essere un’alternativa efficace. Ad esempio, la ricerca clinica suggerisce che l’omeopatia è efficace nel trattamento delle infezioni del tratto respiratorio superiore nei bambini, una frequente causa di prescrizione inappropriata di antibiotici.

L’obiettivo dell’ECH è di raggiungere la piena integrazione dell’omeopatia nel sistema sanitario europeo, che soddisferà la crescente domanda, in particolare dei cittadini europei, di cure omeopatiche all’interno di un contesto medico sicuro, pertanto i risultati di questa relazione sono ben accetti.

 

 

 
Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *