I medici omeopatici chiedono coerenza alla FNOMCeO

Condividi questo articolo

Le 4 sigle più rappresentative dei medici omeopatici AMIOT, FIAMO, SIMA e SIOMI hanno inviato una lettera al Presidente e al Direttivo FNOMCeO,  alla Commissione MNC FNOMCeO, al Presidente ENPAM e al Direttore responsabile de “Il Giornale della Previdenza” in merito alla continua pubblicizzazione di una vergognosa scheda sull’omeopatia a firma del collega, divulgatore di Fake News, Salvo Di Grazia.

Ho già parlato di questo nell’articolo dedicato alla Oca Insipiens Sylvie Couyaud, sua degna compagna di merende CICAP,  ma è appena uscito questo comunicato ufficiale che mi sembra doveroso citare per completezza di informazione.

Presidente Anelli, Presidente Oliveti,
la pubblicazione su Il giornale della Previdenza del testo sull’omeopatia scritto da Salvo Di Grazia per
“dottore ma è vero che” costituisce un ulteriore inaccettabile, ingiustificato attacco a un approccio
riconosciuto come atto medico dalla FNOMCeO, la cui qualificazione è normata da un Accordo Stato
Regioni e i cui strumenti terapeutici sono tali per legge.
Nella presentazione della rubrica viene sottolineato come quanto affermato nel testo costituisca la
base per una corretta informazione ai pazienti (sic!).
Nell’incontro avuto in FNOMCeO il 3 maggio scorso noi rappresentanti delle Società Mediche
Scientifiche del settore avevamo già evidenziato come la presentazione dell’omeopatia sulla base di
una bibliografia incompleta e di parte non fosse accettabile, sia sul piano scientifico sia su quello etico.
Avevamo invitato i responsabili della comunicazione a consultare in modo corretto le banche dati ed
i database da cui è possibile ricavare migliaia di evidenze pubblicate ed indicizzate in riviste
biomediche internazionali; infine, avevamo emendato il testo della news di Di Grazia con un lavoro
che aveva coinvolto l’intero mondo dell’omeopatia italiana e che nuovamente vi alleghiamo.
A quanto pare il nostro settore vi è trasparente: nessuna modifica alla fake news presente sul sito
FNOMCeO e nessuna risposta alla nostra lettera e alle nostre richieste.
Questo non va bene, signori Presidenti di alcuni ma non di tutti i medici iscritti agli Ordini dei medici e
all’ ENPAM!
Ve ne restano fuori non meno di 20.000 offesi e non meno di sette milioni di cittadini trattati come
poveri raggirati nella loro salute da medici, a vostro dire, senza scrupoli che gli propinerebbero
medicine sapendo benissimo che non sono altro che granuli di zucchero.
Ma via! Siamo indignati! Avete scritto questa fake news ovunque, forti del potere di cui godete, sordi
alle richieste nemmeno di precisazioni ma di buon senso, cosa che porterebbe ad usare un più basso
profilo, trattandosi dell’esperienza di migliaia di medici (riportata peraltro in migliaia di lavori di
ricerca) e di milioni di cittadini nella nostra nazione e in tutto il mondo, trattandosi, per quanto
riguarda la medicina omeopatica, della seconda medicina al mondo come numero di utenti!
E’ il caso di ricordarvi che la nostra Federazione ha come scopo precipuo la salvaguardia della
deontologia professionale, compreso il fatto di combattere l’abusivismo.
E’ pertanto abusivo chi esercita non autorizzato la professione medica così come chi, mascherandosi
dietro a un titolo di studio che a suo avviso e a quello della popolazione incompetente l’autorizza, si
sente in diritto di dissertare su argomenti dei quali non ha competenza, raggiungendo lo scopo

di ledere l’onorabilità di alcuni colleghi e soprattutto di porre in dubbio la possibilità di libera scelta del
professionista medico e dei cittadini.
Fa quindi specie che la FNOMCeO, pubblicando su un suo sito le opinioni in libertà di un iscritto, venga
meno al suo dettato istituzionale riguardante la salvaguardia della professionalità di altri fra i propri
iscritti e del patto sociale che la lega con la società.
La cosa è tanto più esecranda se si tiene conto che il contenuto della comunicazione risulta essere
l’opinione di un incompetente, data in pasto a cittadini inconsapevoli e abbia alimentato pagine e
pagine di giornali, siti web, trasmissioni TV e radiofoniche. E che al solito, come sperimentato
purtroppo dalla tecnica della macchina del fango, le risposte indignate del mondo dell’omeopatia
siano state praticamente messe a tacere.
Il mondo intero dell’omeopatia nazionale, e delle discipline ad essa affini, vuole che quella fake news

venga quantomeno corretta e riscritta con contenuti degni di una Federazione che abbia a cuore
l’osservanza dei propri compiti istituzionali e che abbia l’autorità di parlare ai cittadini con il
necessario equilibrio e l’appropriata competenza. La superficialità biliosa e la comunicazione
disonesta non sono certo trofei di cui possa fregiarsi la nostra Istituzione.
Le società scientifiche firmatarie chiedono pertanto che nel prossimo numero de “Il Giornale della
Previdenza” sia ospitata questa lettera e che la FNOMCeO prenda in seria considerazione la modifica
di una fake news – poiché di questo si tratta – pubblicata peraltro sul sito denominato “antibufale”
della Federazione.
AMIOT – Dott. Marco Del Prete
FIAMO – Dott.ssa Antonella Ronchi
SIMA – Dott.ssa Laura Borghi
SIOMI – Dott.ssa Simonetta Bernardini

Condividi questo articolo

Un commento su “I medici omeopatici chiedono coerenza alla FNOMCeO

  1. Sono un Odontoiatra che si interessa da oltre 15 anni di malattie croniche in collaborazione con parecchi altri colleghi.
    Il criterio diagnostico si basa sulla scoperta del fenomeno del “molecular mimicry”, in italiano mimetismo molecolare o similitudine molecolare ,che anche voi potete controllare direttamente digitando su PubMed o anche semplicemente su Google. tale meccanismo é la causa dello sviluppo unico di tutte le malattie autoimmuni croniche..
    ma, questo meccanismo di similitudine che genera patologia , é nient’altro che similitudine patogenetica UGUALE, PARI PARI, A QUELLA OMEOPATICA hahnemanniana. quindi, é la stessa scoperta immunologica confermata da tutti i ricercatori mondiali in decine di migliaia di articoli che ne parlano, anche in relazione alle varie malattie autoimmuni come sclerosi multipla, Parkinson, Alzheimer, psoriasi , ecc, ecc, ecc.. l
    L’effetto di questo meccanismo autoimmune si manifesta con la presenza e persistenza delle IgG nel tempo. queste sono la conferma di una immunizzazione ma soprattutto della presenza di uno stato du autoimmunità cronico. L’unica terapia idonea a guarire una patologia autoimmune cronica é l’omeopatia classica di Hahneman per le malattia croniche. l’unica terapia in grado di guarire con una conferma scientifica della negativizzazione delle IgG
    Posso offrire tutta la documentazione che volete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *