Omeopatia indignata dalle “fake news”!

Condividi questo articolo

Pubblico questo comunicato stampa di UNIO HOMEOPATHICA BELGICA in risposta al sempre più massiccio attacco mediatico mondiale contro la medicina omeopatica. 

Il mondo dell’omeopatia si sta ribellando. I media fanno eco a tutto ciò che i detrattori di questa medicina sostengono che poi si rivela falso. Placebo, ciarlataneria, mancanza di prove, pazienti raggirati e messi in pericolo: tutto è rigorosamente falso!

Per paura di mettere in discussione le “certezze” del loro pensiero, il movimento SKEPP sta sparando a zero su tutto ciò che la scienza oggi non può ancora spiegare.

Il contenuto del rimedio omeopatico

SKEPP afferma che un farmaco omeopatico non è altro che una goccia in una piscina e che non c’è nulla in esso. Questo è sbagliato. Prove con un farmaco omeopatico (30c) di Gelsemium sempervirens hanno rilevato 36 microgrammi di materiale specifico per grammo di soluzione.[1]

Gli oppositori accusano la medicina omeopatica di essere solo acqua. Questo è sbagliato. Quest’acqua, come solvente, contiene una impronta specifica del rimedio. La ricerca di base lo ha dimostrato! [2]

Efficacia clinica

Continuando ad urlare a gran voce che non ci sono prove dell’efficacia clinica dell’omeopatia, i detrattori seminano dubbi. Ma queste prove esistono! [3]

Rifiutarsi di vederle o accettarle, inquadra già l’atteggiamento scientifico dei critici. Ciò che è vero, tuttavia, è che non ci sono abbastanza prove scientifiche. La scienza richiede molto con ragione.

Di prove ce ne  sarebbero di più se le università fossero più corrette!

Per esempio: L’Unione professionale dei medici omeopatici aveva accettato un protocollo di ricerca in doppio cieco che rispettava l’approccio omeopatico individualizzato della fibromialgia. Questa ricerca doveva essere svolta presso il Dipartimento di Reumatologia dell’ospedale Erasmus (Bruxelles), con l’accordo del Rettore della Facoltà di Medicina. Ma il comitato etico dell’ospedale ha trovato non etico testare un placebo (la medicina omeopatica) versus un altro placebo! Bollare la medicina omeopatica di essere un placebo, ancor prima di iniziare lo studio, è contrario all’obiettività della scienza!

I pazienti non sono stati ingannati!

Nel frattempo, Pro Homeopathia, l’associazione belga dei pazienti omeopatici, non può più contenere l’esasperazione dei suoi membri. Ha pubblicato un articolo che denuncia in termini diretti le accuse di credulità o persino di stupidità a cui i pazienti sono sottoposti, in barba alla loro libertà terapeutica e al loro senso critico.

Abbiate il coraggio di fare domande!

Perché tutta questa disinformazione nella stampa?

Perché dare la parola principalmente a “esperti” le cui opinioni sull’omeopatia tradiscono soprattutto la loro profonda ignoranza su questa disciplina?

Qual è l’agenda nascosta dietro questa campagna di denigrazione sistematica?

L’omeopatia e molte altre medicine complementari stanno solo aspettando di collaborare, sia nella pratica medica che nella ricerca scientifica … fair play!

Comunicato stampa di UNIO HOMEOPATHICA BELGICA Presidente Dr. Philippe DEVOS. Segretario Dr. Léon Scheepers

philippe.devos@homeopathy.be

leon.scheepers@homeopathy.be

+32 475 62 05 32

+32 472 755218

[1] Nanoparticle Characterization of Traditional Homeopathically-Manufactured Cuprum metallicum and Gelsemium Sempervirens Medicines and Controls. Novembre 2018: https://www.thieme-connect.de/DOI/DOI?10.1055/s-0038-1666864)

[2] Nuclear Magnetic Resonance characterization of traditional homeopathically-manufactured copper (Cuprum metallicum) and a plant (Gelsemium sempervirens) medicines and controls. Août 2017: https://doi.org/10.1016/j.homp.2017.08.001

[3] Model validity and risk of bias in randomized placebo-controlled trials of individualised homeopathic treatment. 2016: http://dx.doi.org/10.1016/j.ctim.2016.01.005 // Clinical verification in homeopathy and allergic conditions. 2012 http://dx.doi.org/10.1016/j.homp.2012.06.002 // Scientific framework of homeopathy 2017. www.lmhi.org/Article/Detail/42)

[4] http://www.homeopathie-unio.be/uploads/files/unprotected/Presse/Attaques%20Hom%C3%A9o-FR2.pdf

 

Condividi questo articolo

Un commento su “Omeopatia indignata dalle “fake news”!

  1. Io uso da anni (1960) l omeopatia e d anni la consiglio a coloro che mi chiedono aiuto. Un placebo penso possa fare miracoli su un individuo cosciente. Su un bimbo in età pediatrica e su un animale la vedo “dura” eppure avviene il miglioramento e la guarigione. Grazie Alberto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *