L’urgente richiesta di aiuto degli omeopati statunitensi.

logo american institute of Homeopathy 1844
Condividi questo articolo
Share

La fine dell’omeopatia in America? Aiutaci a impedirlo

Cari sostenitori dell’Omeopatia,

Scriviamo a voi con profonda preoccupazione per il futuro dell’omeopatia. Dovunque volgiamo lo sguardo, vediamo attacchi contro l’omeopatia come mai prima d’ora. Ora, negli Stati Uniti, sembra che la Food and Drug Administration (FDA) potrebbe adottare norme che porterebbero alla fine dell’omeopatia in quel paese.

L’American Institute of Homeopathy ha riassunto la situazione attraverso una dichiarazione recente come questa:

I farmaci omeopatici sono ora in reale pericolo. Il progetto di orientamento recentemente rivisto [le nuove regole proposte dalla FDA per l’omeopatia], se adottato per come è stato attualmente scritto, sarà una ricetta per la distruzione dell’ omeopatia per come la conosciamo in America.

La comunità americana omeopatia è determinata a evitare che ciò accada e si sta accingendo ad una lotta colossale. Hanno un disperato bisogno del nostro aiuto. Si dice che un piccolo investimento di tempo farà una grande differenza se abbastanza persone da tutto il mondo rilasciassero un commento su queste regole e dicessero alla FDA che non le condividono affatto.

La FDA accetta le osservazioni da parte di chiunque, in qualsiasi parte del mondo. Gli americani ci dicono che il Congresso degli Stati Uniti presta molta attenzione al numero di commenti che la FDA riceve su qualsiasi questione particolare. Quindi, vi chiediamo di inoltrare questa email a tutti i vostri contatti e di chiedere loro di inviare un commento alla FDA.

Ci vorrà pochissimo tempo per rilasciare un commento, se si utilizza il commento già pronto e messo a disposizione sul sito web “Americans for Homeopathy Choice”, l’organizzazione che sta conducendo la lotta negli Stati Uniti. Naturalmente, se volete scrivere un vostro messaggio, siete liberi di farlo.

È possibile trovare alcune brevi istruzioni per un commento cliccando QUI

Se volete saperne di più sulle nuove norme proposte dalla FDA per i farmaci omeopatici, ecco una sintesi dei punti più importanti:

1.       Le nuove regole, se adottate, consentiranno alla FDA di ritirare dal mercato persino i farmaci omeopatici correttamente fabbricati ed etichettati. Questo è sconcertante perché, sulla base di una prima valutazione dei registri pubblici della FDA fatta da “Americans for Homeopathy Choice”, questi farmaci non hanno mai posto alcun tipo di preoccupazione per la sicurezza.

2.      E ‘chiaro che la FDA intende utilizzare questa autorità e ha finanche citato farmaci specifici come Belladonna, Nux vomica e Lachesis mutus nelle sue dichiarazioni pubbliche nel corso delle procedure di esecuzione.

3.      L’autorità per questo tipo di attacco contro l’omeopatia risulterà dalla dichiarazione da parte della FDA secondo cui tutti i farmaci omeopatici sono “nuovi farmaci”. Sappiamo tutti che questa è una sciocchezza. I farmaci omeopatici sono stati in giro per 200 anni.

Ma queste dichiarazioni senza senso stanno a significare che in base alle leggi degli Stati Uniti tutti i rimedi omeopatici diventeranno tecnicamente “illegali” e soggetti al ritiro dal mercato. Se la FDA pensasse solo che c’è un problema con un medicinale omeopatico, lo si potrebbe ritirare per sempre senza effettuare alcun tipo di indagine.

4.      Dal momento che l’agenzia ha già detto che pensa che Belladonna, Nux Vomica, Lachesis Mutus e diversi altri rimedi sono pericolosi, possiamo anticipare che cercherà di rimuoverli dal mercato non appena verranno adottate le nuove regole.

5.      E non sarà possibile per gli americani farsi mandare dall’estero rimedi che sono vietati. La FDA non farà altro che bloccare questi rimedi alla frontiera.

Potremmo dirvi di più, ma quello che abbiamo detto finora dovrebbe convincervi che bisogna aiutare la Comunità Omeopatica Americana a sconfiggere queste regole irragionevoli e di pessima informazione. Le regole non riflettono minimamente le reali qualità dei farmaci omeopatici, in quanto essi sono privi di tossicità, possiedono un’azione dolce, efficace e presentano pochissimi effetti collaterali. E gli omeopati li usano in maniera tale da individualizzare il trattamento. Perché questo è il modo migliore per trattare i pazienti, scoperto da Samuel Hahnemann 200 anni fa.

I nemici dell’omeopatia sono ovunque e sembra che stiano intensificando i loro attacchi. Ecco perché la comunità omeopatica mondiale deve lavorare insieme per resistere ai loro assalti.

Con un investimento di soli pochi minuti, potete aiutare gli americani a fare proprio questo. Cliccate QUI per seguire  le brevi istruzioni su come commentare le nuove regole proposte dalla FDA per i farmaci omeopatici.

Mostrate agli americani che la comunità omeopatica mondiale si trova unita con loro contro coloro che vogliono distruggere l’omeopatia.

Grazie per il vostro sostegno all’omeopatia. Insieme possiamo salvare l’omeopatia non solo per noi ma anche per i nostri figli e per tutti coloro che verranno dopo di loro.

Con urgenza e gratitudine

PS Si prega di inoltrare questo messaggio a tutti coloro che secondo voi hanno a cuore le sorti dell’omeopatia. Il tempo corre!

Condividi questo articolo
Share

4 commenti su “L’urgente richiesta di aiuto degli omeopati statunitensi.

  1. Vergogna! Il paese delle libertà vieta quella fondamentale:la libertà di cura. Io ho salvato mio figlio da quintali di antibiotici che gli volevano somministrare già a 1 anno. Le persone sono intere. L’allopatia ci fa a pezzi!!

  2. Non mi stupisce questa posizione della FDA viste le campagne denigratorie che da anni alcuni ignoranti soloni italiani portano avanti. Mi curo omeopaticamente dal 1947 salvo essere stato sottoposto ad un intenso trattamento con medicinali allopatici in occasione di un ricovero in un ospedale pediatrico all’età di 11 anni, nel 1954, per la perforazione del peritoneo. Nel corso della degenza durata poco più di un mese per sopraggiunta setticemia, tanto che venivo chiamato Lazzaro, sono stato seguito anche da un omeopata che ha cercato di limitare i danni dovuti alle dosi massive dei farmaci somministrati. Danni che si sono protratti per circa due mesi dalla dimissione dall’ospedale e che grazie alle cure omeopatiche non hanno lasciato traccia. Sono testimone di molti altri casi famigliari e non, che grazie all’omeopatia sono stati salvati da danni irreversibili. Mi auguro solo che la sana politica non soccomba alle lobby.

  3. Sarebbe ora che qualcuno ponga la parola fine a questa assurda, non provata e pericolosa pratica! Il metodo scientifico avrà la meglio sull’ignoranza, l’interesse economico e la superstizione fatevene una ragione!

  4. Gentil Sam le sue parole rappresentano il pensiero del più retrivo e bieco terrapiattismo. La vera scienza andrà avanti nonostante lei. La diffusione dell’omeopatia continuerà a crescere come previsto perché funziona e non c’è nulla di più convincente di ciò che funziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *